Cucina israeliana, la halva

luglio 28 2015

halva pistacchi ricetta israeliana

Halva significa “dolce” e si identifica con questo una categoria di dessert tipica del medioriente. Una ricetta a base di tahina, la pasta di semi di sesamo, zucchero, miele e impreziosita poi da pistacchi, mandorle, vaniglia o cioccolato. La ricetta è nata in Israele e poi si è diffusa, con le varie differenze, in tutti gli altri paesi vicini. Oggi noi descriveremo la ricetta della halva con i pistacchi, una vera delizia per il palato, facile da preparare e soprattutto squisita e irresistibile!

Ingredienti:

200 g di tahina

230 ml di panna vegetale

6 cucchiai di zucchero

succo di limone

50 g di acqua tipieda

50 g di pistacchi

Per prima cosa va montata la panna, che sarà vegetale se si vuole fare un dessert da poter mangiare dopo un pasto a base di carne e quindi rispettare le regole della kasherut; poi in un pentolino vanno mescolati insieme lo zucchero, l’acqua tiepida e il succo di limone (un cucchiaio circa) preferibilmente filtrato in modo da non far cadere anche semi e pezzettini di polpa. Mescolate tutto insieme facendo bollire per alcuni minuti.

Riscaldate nel frattempo la tahina e mettetela in una pentola e versateci sopra il liquido che avete fatto bollire; mescolate tutto insieme aiutandovi con una frusta elettrica, poi unite la panna che avete montato all’inizio e, avendo cura di non farla smontare, giarate tutto insieme. Unite infine i pistacchi tritati.

Sempre con la frusta mischiate per circa una decina di minuti poi coprite con la pellicola trasparente e lasciate in freezer per 4-5 ore. Una volta pronto e ben freddo tagliatelo a quadratini o a fettine e servitelo a tavola accompagnato da salse dolci!