Pesach, festività ebraica che ricorda la liberazione dalla schiavitù d’Egitto

aprile 8 2014

pesach pasqua ebraica

Pesach è una festività ebraica molto importante e ricorda la liberazione del popolo ebraico dalla schiavitù d’Egitto. Secondo il calendario ebraico cade il 15 di Nissan e dura otto giorni mentre in Israele dura 7 giorni di cui i primi due e gli ultimi due sono considerati giorni di moed cioè di festa solenne.  Il 14 di Nissan invece giorno di vigilia, è tradizione che i maschi primogeniti della famiglia facciano un digiuno e questo in ricordo di quando il Signore mandò l’angelo della morte che uccise tutti i primogeniti d’Egitto risparmiando invece gli ebrei.

In ricordo della liberazione del popolo ebraico e del fatto che le donne non ebbero il tempo di far lievitare il  pane, è vietato mangiare qualunque cibo contenga lievito e al posto del pane si usa mangiare la matzà. Inoltre le prime due sere viene fatta una particolare cena chiamata “seder” durante la quale si legge l’Haggadah che narra la storia degli ebrei durante la schiavitù d’Egitto, le 10 piaghe e la liberazione. Oltre a leggere l’Haggadah si usa anche mangiare diversi cibi che ricordano e simboleggiano le vicissitudini, le sofferenze e le gioie del popolo ebraico.

Oggi poi affinchè la casa e soprattutto la cucina siano idonee per Pesach bisogna pulire ed eliminare ogni traccia di “Chametz” cioè qualunque cibo che derivi da cereali quali orzo, farro, avena, frumento e tutto ciò che sia cibo lievitato come biscotti, pasta, torte, pane ecc. Quindi vanno puliti con cura elettrodomestici, utensili, armadi, liberata la dispensa ed eliminato tutto ciò che contenga chametz.

Vi ricordiamo che il ristorante resterà chiuso durante Pesach, dal 14 al 22  aprile, e riaprirà il 23 a pranzo!

Hag Sameach a tutti!!