Dolce ebraico tripolino, la safra

luglio 2 2015

ricetta safra dolci ebraici tripoli

Un dolce molto goloso e altrettanto semplice e veloce da preparare è la safra. Un dolce tipico della cucina ebraica tripolina che segue ancora l’originale ricetta che le donne ebree di Libia usavano per preparare questo squisito dessert.

Una dolce, oltre che molto buono, anche sano e per niente complicato che potrà essere gustato a colazione con il caffè, a merenda con un buon tè oppure sgranocchiato quando più se ne ha voglia. La ricetta che daremo è una ricetta classica ma c’è da dire che ogni famiglia ci mette del suo e ha le sue particolari dosi e ingredienti segreti che ama aggiungere e soprattutto non svelare a nessuno!!

Ingredienti:

– mezzo bicchiere scarso di olio di semi di arachidi

– 1 bicchiere di acqua

– 2 bicchieri e mezzo di semola non semolino, la semola si compra anche dal fornaio

– 1 bicchiere di zucchero

– mezzo bicchiere di uvetta

Per decorare:

– mandorle

– un bicchiere di acqua

– un bicchiere scarso di zucchero

Veniamo quindi alla preparazione. Accendete per prima cosa il forno a 180°. In una ciotola versate la semola e l’olio e mescolate insieme; poi aggiungete lo zucchero, l’uvetta, l’acqua e mescolate ancora tutto insieme.  Se volete dare un particolare profumo e sapore al dolce potete anche aggiungere della scorza di limone oppure un pochino di acqua di fiori d’arancio.

A questo punto prendete una taglia tonda di circa 25 cm e coprite l’interno con della carta da forno; versate l’impasto e poi una volta sistemato all’interno della teglia fate sulla superficie dei tagli in modo da dare la forma di piccoli rombi e poi adagiate le mandorle.

Fate cuocere in forno per circa 1 ora. Nel frattempo preparate il liquido con il quale guarnirete la safra.

Mettete in un pentolino l’acqua e lo zucchero e volendo acqua di fiori di arancio e mettete a scaldare a fuoco molto basso fino a quando avrà raggiunto una consistenza simile al miele.

Dopo 15 minuti di cottura della safra tirate fuori la teglia e tracciate sulla superficie, con un coltello un’altra volta i piccoli rombi che avete fatto all’inizio, poichè quando sarà cotto sarà piuttosto duro e non sarà possibile farlo.

Una volta cotta la vostra safra versate sopra il liquido bollente e poi, prima di mangiare, aspettate che il dolce si freddi.