La cucina ebraico romana, l’abbacchio

luglio 3 2014

abbacchio ricetta romana

L’abbacchio, cioè l’agnello “da latte” ancora non svezzato, è uno dei piatti sacri della tradizione culinaria romana!

Nell’antichità l’abbacchio era piatto povero ed era destinato agli ebrei e alle persone meno abbienti poichè la sua carne era considerata di basso livello.  Ma come è accaduto a tutti i cibi considerati poveri, le ricette e i modi in cui sono stati preparati, proprio per dare maggiore gusto e sapore ai piatti, sono poi diventate le ricette più famose e appetitose che si sono tramandate nel tempo e hanno dato vita alla cucina tradizionale.

L’abbacchio al forno, le braciolette d’abbacchio, l’abbacchio alla cacciatora, sono solo alcune delle ricette più buone per preparare questo agnello.

Nel nostro ristorante potete trovare le famose braciolette d’abbacchio alla scottadito e quelle fritte; le prime così saporite da leccarsi le dita e le seconde così invitanti e da accompagnare con sfiziose patatine fritte; poi l’abbacchio alla giudia, preparato con olio, aglio e rosmarino. Infine uno dei piatti più noti della tradizione romana e cioè la coratella con i carciofi così buona e saporita da non poter resistere!

Se volete provare questi e tanti altri piatti della cucina giudaico-romanesca, venite a trovarci al Portico d’Ottavia e saremo felici di farvi conoscere i sapori genuini delle nostre antiche ricette!!