Supplì alla romana e supplì al sugo di stracotto

dicembre 4 2014

supplì alla romana ricetta sugo di stracotto

Il supplì è un appetitoso antipasto a base di riso che viene passato in uovo e pangrattato e poi fritto in olio bollente. La ricetta originale è quella alla romana o al telefono e prevede che all’interno venga messa della mozzarella che durante la cottura si scioglie e diventa filante nel momento in cui viene consumato e aperto a metà.

Da non confondere con l’arancino siciliano, che ha la forma di una palla o di un cono e può avere diversi ripieni, il supplì alla romana prevede un interno di riso al sugo di carne che viene fatto freddare e poi prelevando piccole quantità vengono formate delle polpette dalla forma ovale all’interno delle quali viene messa un pochino di mozzarella; una volta fatto vengono passati nell’uovo, poi nel pangrattato ed infine cotti in olio bollente. La ricetta originale prevedeva che il sugo fosse fatto con le rigaglie di pollo ma con il passar del tempo per rendere il suo sapore più delicato fu utilizzato un condimento più semplice come il ragù.

Sono state proposte diverse versioni del supplì, c’è chi lo fa senza mozzarella, chi mette sugo semplice e non di carne, chi ha provato con ingredienti diversi come funghi, piselli ecc. noi nel nostro ristorante kosher, dove non mischiamo la carne con il latte e rispettiamo le regole della kasherut, prepariamo un gustosa alternativa del supplì al telefono: il supplì al sugo di stracotto!!

Della preparazione dello stracotto ne abbiamo già parlato a proposito delle fettuccine al sugo di stracotto; la sua preparazione è piuttosto lunga ma il suo sapore e il suo gusto ne valgono davvero la pena perchè il risultato finale è un piatto da leccarsi i baffi!!

Una volta fatto il sugo, si cuocerà il riso fino a quando sarà asciutto e compatto; poi si spegnerà il fuoco, si aggiungeranno due uova sbattute e si mescolerà tutto insieme. Una volta freddo si procederà con la preparazione dei supplì che andranno passati nell’uovo e nel pangrattato ed infine fritti nell’olio bollente.

Curiosi di assaggiarli? Venite alla Taverna del Ghetto e provate il loro sapore unico!!