Gli utensili da cucina, la pentola a pressione

dicembre 19 2013

pentola a pressione utensili cucina

La pentola a pressione è un utensile da cucina molto utile e comodo che permette di cuocere gli alimenti in maniera veloce grazie alla temperatura alta che si genera al suo interno. L’invenzione di questa pentola si deve al francese Denis Papin nel 1679.

Se con le pentole tradizionali l’acqua arriva all’ebollizione quando raggiunge i 100° e poi inizia ad evaporare e sottrae calore, con la pentola a pressione si può bloccare la fuoriuscita di calore e portare la temperatura interna a 120° e più  e questo quindi consente anche una cottura più rapida.

La pentola comunque grazie alla presenza di due valvole, una di controllo e una di sicurezza, permette che la temperatura non salga eccessivamente; infatti quando la pressione è eccessiva dalla valvola di cottura inizierà ad uscire vapore e gocce d’acqua e la temperatura scenderà.

I vantaggi della cottura nella pentola a pressione sono come già detto il risparmio di tempo, il ridotto consumo di energia ed inoltre non vengono disperse le sostanze nutritive degli alimenti. Un suo svantaggio però è l’uso limitato di questa pentola nella quale non può essere cotto tutto ma solo determinati piatti come ad esempio, verdure, minestroni, cereali, patate e legumi ma anche spezzatini e bolliti. Con la pentola a pressione infatti si può bollire, cucinare al vapore attraverso l’utilizzo di un cestello, brasare e arrostire attraverso l’aggiunta di liquidi come brodo o vino.

Ci sono infine alcune accortezze che bisogna seguire una volta ultimata la cottura, come aprire la pentola solo dopo che si sia raffreddata completamente e quindi sia tornata ad una bassa temperatura e questo vale sia quando la cottura sia finita, sia se a metà cottura si voglia controllare lo stato degli alimenti.