Come tagliare le patate

maggio 6 2014

come tagliare patate Le patate sono il classico piatto che accontenta tutti! Fritte, al forno, in umido, in padella, al cartoccio sono sempre buonissime. Sarà per il loro sapore corposo ma delicato che ben si sposa con i diversi condimenti e preparazioni o per la loro versatilità ma le patate sono un ingrediente che non dovrebbe mai mancare in una cucina. Il tipo più usato è quella gialla ma in realtà esistono molte varietà di patate e ognuna con diverse qualità come la novella, quelle a pasta bianca, a pasta rossa e le patate americane. Ogni patata ha le sue proprietà e andrebbe usata per una specifica cottura in modo da esaltarne ancora di più il sapore. Oltre ai tanti modi di prepararle ci sono anche tanti modi di tagliarle. Ogni preparazione infatti vuole il suo taglio e nello specifico sono: a bastoncino, a spicchi, a dadini, a rondelle, a spirale e a chips cioè a sfoglie sottili come le patatine in busta. Vediamo quindi come si preparano. Per fare quelle a bastoncino va sbucciata accuratamente la patata, poi tagliata a fette il più possibile regolari ed infine a rettangoli o bastoncini. In questo modo risulteranno uguali e il modo migliore per prepararle è friggerle in olio bollente. Le patate a spicchi sono il taglio classico e più semplice da fare perchè non necessità di particolare abilità e precisione e poi ben si sposa con la cottura al forno. Come del resto anche la forma a dadini o a rondelle che però sono utilizzate anche in altre cotture come ad esempio quella in padella o in umido con il pomodoro. Infine ci sono quelle a spirale, ottenute con una speciale macchina che le taglia alla perfezione e le chips, sfoglie sottilissime ideali per essere fritte; questa forma infatti ricorda quelle in busta, croccanti, gustose e soprattutto molto appetitose e il modo più facile per realizzarle è usare una mandolina oppure un’affettatrice o un robot da cucina che le farà perfette, sottili e uguali. E voi quale tipo di taglio e cottura preferite?